Cosa Visitare

Al confine tra le Marche e la Romagna, situata tra le verdi colline ai piedi del castello di Montegridolfo, la Casa Vacanze “Raggio di Sole” è un’oasi di pace e tranquillità in mezzo alla natura adatta ad ogni tipo di esigenza.

Nelle immediate vicinanze ci sono strade battute in mezzo ai campi perfette per passeggiate e gite in mountain bike, frantoi da visitare per assaggiare e vedere come nasce l’ottimo olio per cui Montegridolfo è rinomata e per i più piccini c’è un simpatico allevamento di asinelli.

Dall’arte, la cultura e la storia degli splendidi borghi medievali, alle famose spiagge della Riviera Romagnola, nel raggio di pochi chilometri è possibile scegliere tra un’infinità di luoghi e attività, eccone alcuni:

Montegridolfo

Uno dei Borghi più belli d’Italia, sorge al confine tra Romagna e Marche, posizione strategica tanto da essere terreno conteso dalle potenti famiglie: Malatesta, Montefeltro, Borgia e Veneziani. Nella storia più recente protagonista della seconda guerra mondiale infatti a Montegridolfo passava la Linea Gotica, da non perdere, infatti, la visita al museo della Linea dei Gotica.

Tra gli eventi da ricordare “La Montegridolfo liberata” rievocazione storica della seconda guerra mondiale che ricorda la liberazione degli alleati dal regime nazi-fascista.

Mondaino (a 5 km)

Bellissimo paese che sorge ai confini tra Romagna e Marche, dalla sua strategica posizione si possono ammirare il mare Adriatico da un lato e il Montefeltro dall’altro. Mondaino pare abbia una storia antica, è monte del daino e di Diana dea della caccia, ma visitando il borgo non si può non pensare al Medioevo per la Rocca e le mura castellane. Fatevi accompagnare da Dante e Beatrice alla scoperta del borgo, escursioni guidate con gustose degustazioni di prodotti tipici e del famoso Formaggio di Fossa de “Il Mulino della porta di sotto”.

Tra gli eventi va sicuramente ricordato “Il Palio de lo daino” famosa rievocazione storica, il borgo si trasforma e si viene catapultati nel Medioevo con le arti e i mestieri del tempo.

 

Tavullia (10 km)

Situata in posizione collinare, a ridosso della valle del torrente Tavollo che in località Gabicce Mare segna il confine tra Marche e Romagna.
Chiamata anticamente (sec. XIII) Castrum Tumbae Montis Pelosi ne ha derivato la denominazione popolare di ‘Tomba’. Luogo di scontri e battaglie tra i Malatesta e i Montefeltro, fu soggetto a quelle signorie che si succedettero nel governo di Pesaro. I Della Rovere vi fecero costruire una rocca abbattuta sul finire del sec. XIX. Meta di pellegrinaggi è stato ed è il santuario di S.Pio Martire al cui interno è conservata un’urna con la spoglie del Santo.

Il personaggio più celebre nato e cresciuto a Tavullia è senza dubbio Valentino Rossi che ha reso il piccolo borgo meta di pellegrinaggio per tutti gli amanti delle due ruote.

Gradara (a 15 km)

Suggestivo Borgo Medioevale , da non perdere il Castello con le sue eleganti sale che ricordano la potenza delle famiglie che vi hanno governato Malatesta, Sforza e Della Rovere nonché custode della tragica storia di Paolo e Francesca.

Tante iniziative ed eventi per farvi scoprire questa località e la rendono ancora più magica: “The Magic Castle” , “Assedio al Castello“, “Gradara d’Amare“, e tante sagre e mostre.

Riviera Romagnola (Cattolica a 19 km, Riccione a 29 km, Rimini a 40 km)

La vita nella costa romagnola è stata resa famosa da film come Amarcord , Rimini Rimini e Abbronzatissimi.

Spiagge alla moda, locali esclusivi e divertimenti di ogni genere caratterizzano la vita diurna e notturna della Riviera dagli anni ’60 ad oggi.

San Marino (a 35 km)

Piccola enclave dello Stato italiano, l’antica Repubblica di San Marino, l’unica sopravvissuta delle numerose città-stato indipendenti esistenti in Italia prima della sua unificazione nel XIX secolo, trova nell’imponente parete rocciosa del monte Titano la sua nota morfologica dominante. Il rapido popolamento del territorio e la sua costituzione in Stato indipendente sono la tipica espressione di quel processo proprio dell’età comunale, quando una regione geograficamente ben individuata (e facilmente difendibile) dava spesso origine a un’autonoma entità politica. San Marino è riuscito a preservare nel corso dei secoli la sua indipendenza avviando relazioni diplomatiche e consolari con molti Stati, in particolare con l’Italia a cui è legato da un trattato di amicizia e da un’unione doganale e monetaria. Nel 2008 il centro storico della cittadina e il monte Titano sono stati Iscritti nel patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Paese tra i più benestanti d’Europa, San Marino deve le sue fortune soprattutto al turismo e alla recente crescita dei settori finanziario e bancario.

San Leo (a 57 km)

San Leo, detta già Montefeltro, è situata a metri 583 s.m., a 32 km. da Rimini, nella Val Marecchia (SS 258), su un enorme masso roccioso tutt’intorno invalicabile;
vi si accede per un’unica strada tagliata nella roccia.

Sulla punta più alta dello sperone si eleva l’inespugnabile Forte, rimaneggiato da Francesco di Giorgio Martini, nel XV secolo, per ordine di Federico lll da Montefeltro.

Il panorama che si gode da San Leo è uno dei più belli e caratteristici della regione la vista spazia sui monti circostanti e lungo, la vallata del Marecchia, fino al mare.